LA RUBRICA DEL RUNNER – LAVORO E CORSA – 10 REGOLE

Nonostante non sia stato semplice per me passare dall’essere un agonista all’approccio amatoriale, considero ancora stimolante il processo di allenamento. Per prepararsi alle lunghe distanze, i fattori chiave sono la pazienza, la determinazione, la metodologia e, ovviamente, il tempo. Una delle sfide più difficili che quasi tutti noi dobbiamo affrontare, è quella di cercare di trovare il giusto equilibrio tra una passione e la routine delle attività quotidiane e della vita lavorativa. In seguito elenco alcuni pensieri a riguardo.

  • Se hai la sensazione che l’affrontare un allenamento ti peggiori la giornata, non farlo | Quando ti senti stressato o semplicemente troppo stanco, non peggiorare la situazione.
  • Il recupero è il tuo migliore alleato | Non esitare nel prenderti un giorno in più di riposo, se ne senti la necessità.
  • Ascolta e impara dai segnali che il tuo corpo ti manda | Ad esempio, quella lieve infiammazione (che probabilmente è la stessa dell’anno scorso)…
  • Cerca di focalizzarti sulla qualità piuttosto che sulla quantità | Fare volumi è un giusto approccio se sei abbastanza motivato e se hai tempo di farli, ma la qualità ti consente spesso di incrementare le tue performance più velocemente, sebbene a discapito di una maggiore propensione agli infortuni. Gli allenamenti lunghi sono generalmente sopravvalutati, non hai bisogno di affrontare molte sessioni lunghe per aumentare radicalmente la tua aereobia. Se puoi, prova ad essere flessibile (e creativo) con le sessioni di allenamento: non usare sempre la stessa sessione predefinita di variazioni.
  • Sii paziente con gli infortuni | Non chiderere consigli soltanto al tuo medico di base. Personalmente penso che spesso un fisioterapista possa diagnosticare più correttamente infortuni sportivi.
  • Fa attenzione alla tua postura | Specialmente se al lavoro passi molto tempo davanti ad un monitor. Sfrutta le possibilità di camminare un po’ di più, ad esempio, durante una pausa caffè.
  • Cerca di non cadere nelle trappole di marketing (barefoot, compressione, bevande energetiche, …) | Pensaci due volte e cerca di documentarti.
  • Non essere ossessionato | In fin dei conti, si tratta di un hobby…
  • Risparmiare nel comprare un nuovo paio di scarpe è un errore | Cerca di allenarti, se hai possibilità, cambiando calzature. Ricorda che le scarpe sono progettate normalmente per una durata di 600-800 km. Attento a comprare le scarpe giuste per te. È molto probabile che tu sia leggermente più pesante di atleti professionisti, che spesso indossano le scarpe più belle disponibili sul mercato.
  • Accetta di partecipare alle gare con lo scopo di allenarti | Avere un pettorale addosso non significa necessariamente dover dare il 100%. È soltanto un numero.

 

Giancarlo Simion

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *